Home 2018-05-04T05:05:49+00:00

Macchine per l’imbottito dal 1957

Dal 1957 produciamo macchine per il trattamento dei materiali di imbottitura.

La nostra produzione è articolata su un’ampia gamma di modelli, per ogni necessità, dal piccolo artigiano alla grande industria.

Gli oltre 60 anni di esperienza, tutti rigorosamente made in Italy,  uniti ad una continua collaborazione con i nostri clienti, ci ha portato a raggiungere un alto standard qualitativo.

Apertura fibra
Riempimento
Stoccaggio
Mescolatura
Truciolatura
Sfilacciatura
Foderatura
Pesatura
Macchine complementari
Macchine abbigliamento

Apertura della fibra

L’apertura della fibra serve a dare volume alle fibre, sia naturali che sintetiche. Aumentando di volume è sufficiente una quantità minore di fibra per il riempimento dell’imbottito, che sia un cuscino, un guanciale o un materasso. Per questo motivo la cardatura del materiale è una delle fasi più importanti della lavorazione, permettendo un notevole risparmio della materia prima. Attualmente la nostra produzione comprende 8 cardatrici diverse, sia per fibra naturale che sintetica, a seconda delle necessità del cliente. Dalla piccola CD 55, facilmente trasportabile anche per piccoli lavori a domicilio, alla CT 50 per grandi laboratori.

La serie CD 2S è specifica per la fibra di poliestere e, nel caso del modello CD2S -4, arriva ad un’apertura del 99% ed una produzione di oltre 400 Kg/h (nel caso di fibra con lunghezza inferiore ai 64 mm.)

Riempimento

Il riempimento è la fase principale durante la preparazione dell’imbottito. Velocità di riempimento e pressione della turbina sono 2 fattori indispensabili per realizzare imbottiti di qualità in breve tempo. La nostra gamma di riempitrici è molto varia e comprende diversi modelli a seconda del tipo di imbottito da realizzare: da una riempitrice a velocità fissa (il modello R 3P) ad un silos SR5 HMI con pesatura incorporata per la realizzazione dei cuscini a più camere.

Disponiamo inoltre di una nuova gamma di riempitrici adatte al confezionameno di giubbotti. Dotate di turbine di alluminio più piccole ma di maggior velocità (fino a 9.000 giri/min) riempiono il capo in pochi secondi. Alcuni modelli sono dotati di bilance di precisione (fino a 0,2 grammi) per un dosaggio preciso della piuma nel caso di confezionamento di parti molto piccole (es. polsini).

Per una visione completa delle nostre riempitrici vi invitiamo a consultare il menù superiore.

Stoccaggio

Lo stoccaggio di materiale è necessario per creare un “polmone” fra la fase di apertura della fibra ed il riempimento; inoltre serve a gestire l’approvvigionamento del materiale a più riempitrici: ad ogno silos SR 3S oppure SR 4S possono essere collegate fino a tre riempitrici. Naturalmente possono essere stoccati tutti i materiali di riempimento (piuma, poliuretano, mescole, ecc.) e non solo la fibra di poliestere.

Mescolatura

Talvolta è necessario effettuare delle mescole, sia nel caso si voglia riutilizzare materiali riciclati (ad esempio una mescola di trucioli di poliuretano con piuma) che nel caso si vogliano ottenere le caratteristiche di 2 materiali diversi (ad esempio 2 fibre di poliestere con lunghezze diverse). Una mescola omogenea rende l’imbottito uniforme. Utilizzando il mescolatore M 1 oppure M 1P bastano pochi secondi per mescolare 2 o più materiali diversi. Con il modello M 1P, grazie alle celle di carico, è possibile preparare mescole precise, conoscere sempre la quantità di materiale all’interno ed inoltre fermare ed avviare eventuali macchine collegate (come la CD 2S-2 e la T 100N) per la preparazione automatica delle miscele.

Truciolatura

Durante la fase di lavorazione delle lastre di poliuretano, si ha sempre dello scarto. Perchè non riutilizzarlo macinato per preparare degli imbottiti? Grazie ad una truciolatrice è possibile ridurre gli scarti in fiocchi di pezzature diverse a seconda delle griglie dimensionatrici scelte (con fori di diametro 20, 25 o 30 mm.). Tutte le nostre truciolatrici, T 40N, T 100N e T300, sono dotate di aspiratore in uscita per aumentare la produzione oraria e per riempire direttamente i mescolatori oppure i silos di stoccaggio.

Sfilacciatura

Quando si hanno grandi quantita di scarti tessili (accoppiati, resinati, falde, stoffe, ecc.) è possibile recuperarli con una sfilacciatrice. Il prodotto ottenuto non è sicuramente di prima qualità, soprattutto nel caso venga usata molto stoffa (la fibra otttenuta è molto corta, per cui poco elastica) ma che mescolato assieme a del poliuretano truciolato oppure a della fibra nuova dà una miscela con una buona resilienza, sufficente per realizzare una linea economica. La nostra sfilacciatrice modello SF 2CA sfilaccia ogni tipo di sfrido tessile.

Pesatura

E’ importante che tutti gli imbottiti abbiano la stessa quantità di materiale all’interno, soprattutto nel caso di lavorazione conto terzi. La nostra gamma comprende 2 tavoli di pesatura, il TP 1 con superficie di 80×60 cm, regolabile in altezza e con precisione 2 grammi ed il TP 2N con superficie a richiesta del cliente (fino ad un massimo di 200×100 cm. e precisione 5 grammi. Entrambi i modelli sono dotati di una vasca di recupero nella quale scartare il materiale in eccesso. Con un aspiratore ASR 1 questo materiale viene poi reimmesso nel contenitore dal quale era stato prelevato (es. il silos SR 3S oppure il mescolatore M 1P).

Foderatura

La foderatura del cuscino, se realizzata a mano, è un procedimento lungo e faticoso. Grazie all’infilacuscini IC 1 l’operazione diventa veloce ed immediata. La stessa macchina può naturalmente essere utilizzata anche per l’operazione inversa, ovvero togliere la fodera dal cuscino nel caso in cui questa debba essere sostituita o riparata.

Macchine complementari

Se il riempimento dell’imbottito è eccessivo, tramite un piccolo aspiratore, il modello ASR 1, il materiale in eccesso viene prelevato dalla vasca di recupero del tavolo di pesatura e rimandato nel silos SR 3S o nel mescolatore M 1, di modo che l’ambiente di lavoro resti sempre pulito.

Macchine per l’abbigliamento

La nostra produzione comprende anche una serie di macchine adatte per il confezionamento di abbigliamento imbottito. Si tratta di macchine adatte a piccole produzioni oppure alla preparazione di campionature.